La danza è vita

La danza è vita

La danza è profondamente radicata in ogni cultura del mondo. Il movimento con la musica, il ritmo e il canto come attività ricreativa comune, come espressione di sentimenti, come interazione sociale e, soprattutto, come mezzo di guarigione. La danza ravviva il corpo, la mente e l'anima.

Ogni mese ti proponiamo nuovi articoli professionali, studi, interviste e esperienze sul tema della danza.

Categoria

Parola chiave

Salute e danza

Intervista con Corinna Janson, terapista e pedagogista di danza

Corrina Janson, fondatrice di Tanzhologie® e direttrice del Tanzhologie Studio a Bad Kreuznach, ha iniziato le lezioni di danza classica all'età di 4 anni e successivamente si è formata come naturopata. Oggi dà lezioni di danza con una consapevolezza terapeutica. In un'intervista con TAS / TVS, descrive il suo percorso di vita dall'essere una ballerina appassionata all'essere una terapista e ritorno.

 

Lei è una terapista e una pedagogista di danza. Cosa è venuto prima? Il ballo o il lavoro terapeutico?

Per me, questo è quasi come la questione dell'uovo e della gallina: ho iniziato le lezioni di balletto quando avevo 4 anni e non posso immaginare una vita senza la danza. All'età di 19 anni, però, ho deciso di coltivare la danza come hobby e di dedicarmi ad altri temi appassionanti nella mia vita professionale. Entusiasta della visione olistica dell'essere umano nell'omeopatia classica, ho completato una formazione a tempo pieno di 3 anni come terapista nel 1995 e poi ho lavorato per 14 anni come omeopata in uno studio con mio marito, specializzato in Medicina Tradizionale Cinese. Allo stesso tempo, però, ho lavorato nell’ambito del movimento da quando avevo 18 anni: come insegnante di ginnastica ho insegnato aerobica, ho dato corsi di ginnastica per i gruppi della Lega Reumatismi, ho condotto lezioni di aquafitness, e mi è stato anche permesso di sostituire la mia insegnante di balletto in giovane età e in molte occasioni prima di continuare la mia formazione in danza terapia, medicina della danza e pedagogia della danza.

Oggi combina il suo lavoro terapeutico con la danza e gestisce lo studio Tanzhologie a Bad Kreuznach. Come è giunta a questo?

Do lezioni di danza con un approccio terapeutico e la mia offerta nello Studio Tanzhologie è concepita come una sana attività di svago. Dopo che io stessa, come terapista, non sono riuscita a trovare un'attività di svago con la danza che fosse compatibile con la vita quotidiana e che combinasse salute, arte e creatività, ho iniziato a sviluppare il mio concetto nel 2003. Attraverso la mia formazione in danzaterapia con il Dr. Detlef Kappert a Essen, ho potuto completare il mio concetto con un contenuto di danzapsicologia. Per me, il Dr. Kappert è qualcosa come "l'Hahnemann della danza" e mi ha ispirato a inventare il termine "Tanzhologie". Inizialmente, ho insegnato psicologia della danza in parallelo con la mia pratica, ma i miei interessi di ricerca nella danza stavano diventando sempre più importanti, così ho cercato un sostegno nella mia pratica per avere abbastanza tempo per perseguirli.

Poi, nel 2011 la mia insegnante di balletto, con la quale avevo un rapporto stretto e la cui attività artistica mi aveva influenzato per oltre 30 anni, è morta improvvisamente. All'epoca, stavo per completare un certificato in medicina della danza (al ta.med) e, come terapista, sentivo anche la responsabilità di "recuperare" in qualche modo i gruppi di questa scuola di danza. Così ho accettato la sfida di prendere in mano lo studio, inizialmente con l'intenzione di assumere un insegnante per la parte di insegnamento della danza, e di concentrarmi sull'organizzazione dello studio e delle lezioni di Tanzhologie. Sono molto grata ai membri del mio studio, e al mio destino, che le cose siano andate diversamente e che abbia potuto insegnare la danza classica in modo olistico per 10 anni.

Lei basa il suo lavoro sull'idea di una connessione inseparabile tra il corpo, la mente e le emozioni. Come giustifica questa ipotesi?

Tutti i grandi metodi di guarigione naturopatici - sia occidentali che orientali - sono basati su questa connessione e corrisponde a ciò che sperimento o ho sperimentato nella mia pratica. Così si osserva spesso nelle anamnesi omeopatiche dettagliate che un certo tema si riflette in una persona ai diversi livelli. Come omeopata capisco i sintomi della malattia come il "linguaggio della forza vitale" che si esprime nel corpo e nella mente. Si tratta soprattutto di capire questo linguaggio e di reagire ad esso con rimedi per avviare processi di guarigione.

Qual è la differenza tra la danzaterapia e la Tanzhologie®?

Tanzhologie® è concepito come un corso di danza per la promozione generale della salute che utilizza gli effetti positivi di una grande varietà di stili di danza in combinazione con tecniche di rilassamento a beneficio dell'individuo. A differenza della danzaterapia, Tanzhologie® non è un metodo per trattare schemi patologici, ma serve come una profilassi per la salute e lo sviluppo della personalità. Si tratta di un'attività di svago varia e allegra in gruppo, che insegna la tecnica della danza e dà spazio alle esigenze individuali di movimento ed espressione, senza che i problemi personali siano discussi in profondità durante i corsi.

Lei ha trattato in dettaglio l'interazione tra la percezione del corpo e l'autostima e ha, tra l'altro, studiato l'influenza dell'allenamento alla danza sull'immagine del corpo delle donne con disturbi alimentari. Quali sono le sue conclusioni?

Le esperienze del progetto di danza con pazienti anoressiche e bulimiche rafforzano la mia convinzione che la formazione alla danza può dare un contributo prezioso nella società di oggi per contrastare l'alienazione dal proprio corpo. Esercizi di danza libera sotto forma di improvvisazione ed elementi di balletto classico hanno un'influenza molto benefica.

Ho trovato sorprendente che con alcune persone che si sono sottoposte al test, si possono ottenere risultati molto duraturi già con un numero ridotto di interventi di danza! Questo è un argomento forte per un'esplorazione molto più ampia e un uso più mirato del potenziale della danza.

Alcuni professionisti chiedono una formazione terapeutica per sfruttare i benefici positivi della danza sulla salute mentale. Qual è la sua posizione su questo tema? 

Fondamentalmente, credo che se si vuole essere un terapeuta, si dovrebbe avere una formazione terapeutica. La danza ha un potenziale incredibilmente grande per avviare o sostenere i processi di recupero in modo semplice e divertente. Chiunque voglia utilizzare la danza per accompagnare responsabilmente persone che soffrono fisicamente o psicologicamente ha bisogno, oltre alla propria formazione completa di danza, di una formazione adeguata e di un'esperienza nella cura del paziente.

Allo stesso tempo penso che non si sottolineerà mai abbastanza la grande influenza che ogni insegnante di danza ha sulla salute e sullo sviluppo della personalità dei suoi studenti. È anche importante per gli insegnanti di danza (soprattutto se lavorano con i bambini!) che siano consapevoli dell'impatto terapeutico (che è molto presente!) dell'insegnamento della danza.

In che misura la conoscenza e le esperienze di Tanzhologie® possono essere integrate nell'insegnamento della danza con i non professionisti?

Le mie idee ed esperienze di Tanzhologie® si ritrovano in tutte le aree della mia scuola di danza. Nelle mie lezioni di balletto, incorporo regolarmente elementi di Tanzhologie® per tutte età. Si tratta principalmente di esercizi di improvvisazione, ma anche di esercizi di focalizzazione, di allenamento della percezione e di tecniche di rilassamento. Credo che sia importante acquisire una buona tecnica di movimento senza perdere la capacità di muoversi liberamente.

Per contribuire alla salute fisica, assicuro un uso equilibrato del corpo nelle mie coreografie; e concepisco gli spettacoli in modo tale che i partecipanti possano identificarsi con ciò che stanno eseguendo, coinvolgendoli attivamente nei processi di progettazione creativa attraverso elementi di Tanzhologie.

In conclusione, molte scuole di danza soffrono di una mancanza di uomini. Ha dedicato la sua tesi per il MAS Scienze della Danza all'Università di Berna al tema "Atteggiamenti maschili verso la danza ricreativa - uno studio dei rifrattori della danza". Ha qualche consiglio per le donne che vogliono motivare i loro uomini a ballare?

Purtroppo NO! In un certo senso, ho progettato questo studio perché stavo cercando un trucco per trasformare i rifrattori della danza in ballerini .... ma alla fine, la mia comprensione dei rifrattori in particolare è cresciuta come risultato di questo studio. Gli uomini sono mal preparati per l'arte della danza nella nostra società. Negli anni decisivi, quando le abilità di base della musica e della danza sono ben stabilite, i ragazzi nei paesi di lingua tedesca sono scoraggiati dal ballare piuttosto che incoraggiati a farlo. E più tardi, senza aver interiorizzato le competenze di base, si suppone che "si assumano la piena responsabilità del successo del ballo di coppia" - nelle parole di un autoproclamato refrattario. Non c'è da stupirsi che non ne abbiano voglia, anche se essenzialmente amano il contatto fisico quando ballano e gli piace anche ballare con un partner. Ballare e basta, senza passi fissi e responsabilità: questo è ciò che piace alla maggior parte degli uomini quasi quanto alle donne. Possiamo solo sforzarci come società di promuovere in futuro l'educazione del corpo attraverso la danza per i ragazzi fin dalla più tenera età. Resta ancora molto da fare e tante ricerche da svolgere in questo campo.

"Arriva l'orso ballerino" I

Intervista con Tamara Gassner, insegnante, pedagoga di danza e teatro e artista di performance

Tamara Gassner forma insegnanti di danza da oltre 20 anni e recentemente ha pubblicato un nuovo metodo didattico per insegnare la danza ai bambini. In un'intervista con TAS, parla della sua passione e vocazione come pedagoga di danza e di come è venuta a creare un libro chiamato "Arriva l'orso ballerino".

 

Matchless forma pedagoghi di danza da più di 20 anni. Questa formazione è ancora unica in Svizzera. Come è arrivata a questo?

Vent'anni fa, c'erano solo poche scuole di danza e pochissimi insegnanti di danza. Per non parlare degli insegnanti qualificati. C'era una mancanza di formazione di pedagoghi di danza sul mercato svizzero. Quando abbiamo voluto espandere la nostra squadra, la ricerca si è rivelata molto difficile. Così abbiamo avuto l'idea di formare i nostri insegnanti di danza. Grazie al mio know-how come insegnante di scuola, alla mia esperienza pluriennale nel campo della danza, a studi adeguati a Berna e a un team di valore con molte risorse, ciò è stato finalmente possibile. La formazione fornisce una solida base per entrare nel mondo professionale come pedagogo di danza. Siamo orgogliosi del fatto che il nostro centro di formazione abbia già provato il suo valore negli ultimi vent'anni. Al momento siamo lieti di annunciare che, nonostante il Corona, speriamo di essere in grado di iniziare un nuovo corso in aprile.

Completare uno stage è una parte importante della formazione. Perché è così importante?

Non si diventa semplicemente un pedagogo della danza, lo si diventa veramente solo attraverso la pratica. È quindi ancora più importante acquisire una prima esperienza professionale in una fase iniziale.

Uno stage permette all'insegnante di mettere direttamente in pratica ciò che ha imparato e assicura così un accesso diretto alla vita professionale. Uno stage è un'attività che fornisce un'esperienza pratica di lavoro e dà agli studenti l'opportunità di sviluppare le loro abilità insieme al lavoro del corso e di mettere in pratica ciò che hanno imparato. Inoltre, uno stage può facilitare la ricerca di un futuro lavoro! Se sei già stato in grado di mostrare le tue abilità in una scuola di danza e di dimostrare le tue capacità, è ovvio che più avanti otterrai un lavoro.

Dal punto di vista dei partecipanti, quali sono le principali barriere per diventare un pedagogo di danza?

Non si diventa ricchi in questa professione! È sempre difficile integrare la professione nella propria vita in modo tale che sia possibile guadagnarsi da vivere. Quante ore posso e devo insegnare a settimana? Quante ore sono per me sinonimo di passione e quando diventa una routine? Cosa può fare il mio corpo, cosa posso aspettarmi da esso?

È sempre bello vedere come i laureati evolvono durante il corso. Come conoscono meglio se stessi, come percepiscono diversamente il loro corpo. Lavorando su sé stessi e affrontando il materiale, le domande possono improvvisamente trovare una risposta. Vengono fatti dei piani, si cambiano le direzioni, si raggiungono degli obiettivi e si affrontano delle sfide.

È tempo di consigli! Spesso i partecipanti impiegano molto tempo per trovare la loro strada. L'organizzazione e la struttura, trovare il proprio ritmo di lavoro, è una grande sfida.

Recentemente, ha iniziato ad offrire anche una formazione online nel campo della pedagogia della danza per i bambini. Cosa l'ha spinta a fare questo?  

Stiamo lavorando da due anni su un concetto di formazione online nel campo della pedagogia della danza e della danza aerea. Il nostro obiettivo è quello di rendere possibile alle persone interessate del Ticino, della Svizzera francese, dei Grigioni o anche dei paesi limitrofi di partecipare alla nostra formazione.

Con i corsi online stiamo facendo il primo passo in questa direzione. Offriamo contenuti educativi mirati che possono essere insegnati anche online. Con il periodo del Corona abbiamo avuto una spinta in più. Abbiamo avuto un po' più di tempo ed energia e ora siamo impazienti per la prossima edizione. Si tratta di un corso di formazione continua su "L'improvvisazione come metodo di insegnamento" che si svolgerà durante due venerdì sera alla fine di aprile.

Ha sviluppato uno strumento di insegnamento della danza che inizia all'età della scuola materna. Perché così presto?

Ballare rende felici e favorisce lo sviluppo generale! Quindi non si inizia mai abbastanza presto. Molto prima che i nostri bambini imparino a parlare, comunicano con il loro ambiente attraverso il loro corpo e sviluppano un bisogno naturale di muoversi. Il movimento è il motore di uno sviluppo sano.

La danza ha ancora poco posto nella scuola dell'obbligo. Questo è un grande peccato e ci sono certamente varie ragioni per questo. Forse è dovuto alla mancanza di formazione degli insegnanti, che sono esposti alla danza solo per un breve periodo durante i loro studi; oppure all'impegnativo compito di offrire un'area di lavoro particolarmente sensibile perché vicina al corpo, con una posizione difficile presso il pubblico e generalmente riconosciuta solo nel suo orientamento professionale come danza di scena e performance o nel contesto di video musicali popolari. Con il progetto Dance4School, parto esattamente da questo e voglio superare gli ostacoli. Gli insegnanti dovrebbero avere un facile accesso all'educazione alla danza con l'aiuto di supporti e materiali didattici appropriati. Non c'è bisogno di avere molta esperienza con la danza per entusiasmare i bambini a ballare.

Con l'ultimo supporto didattico "Arriva l'orso ballerino " faccio un passo avanti. Anche gli insegnanti dell'asilo possono introdurre i bambini alla danza con facilità. Non si tratta solo di mostrare e imitare, ma piuttosto di sperimentare e trovare. Il materiale didattico consiste in carte di animali che permettono ai bambini piccoli di sperimentare importanti modelli e forme di movimento e insegnano loro le basi della danza. L'uso delle schede copre gli obiettivi del Programma 21 nel campo della musica e della danza per la scuola materna e primaria.

“Arriva l'orso ballerino " viene attualmente sperimentato in pratica. Il resto di questo articolo seguirà presto...

 

Maggiori informazioni sul progetto "Dance4school"

Maggiori informazioni sulla formazione in pedagogia della danza per adulti

Maggiori informazioni sui corsi online

Pedagogia della danza in età adulta

Un modo per spostare la salute mentale?

Anna Pilchowski, ricercatrice di educazione sociale, apre nel suo articolo le possibilità che la danza può avere nel lavoro sociale. Il potenziale della danza sta nella combinazione di movimento, musica e interazione sociale e si offre come un equilibrio emotivo e psicologico e come un mezzo creativo per la riduzione dello stress.

Le persone tra i 30 e i 60 anni si confrontano con eventi di vita critici individuali e di sviluppo e con strutture sociali basate sulla performance, così come con una pluralizzazione dei piani di vita che genera pressioni di performance e decisionali e spinge in secondo piano le misure di costruzione della personalità. Questo comporta il rischio di un impatto negativo sulla loro salute mentale. Il conseguente desiderio degli individui di essere in grado di agire indica il bisogno del gruppo target. La pedagogia della danza inizia con lo sviluppo della personalità e può, sulla base delle dimensioni pedagogiche della danza, rappresentare un modo di affrontare la vita secondo Lothar Böhnisch, che ha un effetto sul benessere mentale, per cui si possono presentare approssimazioni dell'effetto potenziale sulla salute mentale. In questo contesto, si pone la questione del significato dell'educazione alla danza nel lavoro sociale. Perché l'impegno fisico nell'educazione alla danza può - nonostante i limiti esistenti - aprire approcci a bassa soglia.

Le ragazze adolescenti ballano per una migliore salute mentale

Risultato di uno studio con 112 ragazze dai 13 ai 19 anni

La depressione, lo stress, la stanchezza e persino il mal di testa di cui soffrono le ragazze possono essere alleviati da un ballo regolare. Questo è il risultato di uno studio su 112 ragazze svedesi dai 13 ai 19 anni.

Lo studio intitolato "Influencing Self-rated health among adolescent girls with dance intervention" è stato condotto dalla fisioterapista Anna Duberg dell'Örebro University Hospital e studente di dottorato all'Università di Örebro in Svezia.

Saperne di più

La danza come elisir di vita

Muoversi a ritmo di musica non solo rafforza la forma fisica, ma anche la psiche.

Un'interazione di vari fattori è responsabile dell'effetto salutare della danza: tra le altre cose, la musica, il tocco e il movimento fisico. E nel processo, questa forma di movimento è stata posta nella nostra culla.

Non so ballare!" Quante volte avete sentito questa frase? O forse l'hai pronunciato tu stesso? Molte persone, soprattutto nei paesi del nord come la Danimarca, la Germania o l'Inghilterra, ballano poco perché pensano di non poterlo fare. Tuttavia, la paura è infondata. Secondo le scoperte scientifiche, la capacità di seguire un ritmo è qualcosa con cui siamo nati.

Impatto di un progetto di danza di una settimana sull'interazione sociale tra alunni e insegnanti in una scuola pubblica

Una prospettiva scientifica: La danza a scuola

Quando sono cresciuta, ho avuto l'opportunità di sperimentare la danza fin da piccola, e l'ho mantenuta fino ad oggi. Nel mio attuale lavoro come insegnante di danza in varie scuole di danza, posso osservare gli effetti positivi che la danza può avere sulle dinamiche di gruppo e su ogni singolo bambino in studio.

I risultati del mio studio suggeriscono che ballare insieme può promuovere l'empatia e il legame tra pari.

Leggi il riassunto dello studio di Anouk Lehner, MAS Dance Science, in inglese: Effect of a one-week-dance-project on the social interaction between students and teachers in a public school

L'influenza dell'allenamento di danza sull'immagine corporea dei pazienti con disturbi alimentari

Percezione del corpo e autostima nella danza

L'influenza dell'allenamento di danza sull'immagine corporea dei pazienti con disturbi alimentari

Nella nostra società dei consumi si pone molta enfasi sull'aspetto esteriore, il corpo diventa sempre più una merce e "si perde come un corpo che sente". (Zitt, 2008, p.143). Un generale aumento dell'insoddisfazione per il proprio corpo porta spesso allo sviluppo di un'immagine corporea negativa e culmina in quadri clinici come anoressia e bulimia, che si verificano soprattutto nei paesi industrializzati (DGPM, 2010, p.20). Sono caratterizzate da un'alienazione patologica dal proprio corpo e dalle sue esigenze e sono tipicamente accompagnate da gravi disturbi della percezione corporea. Per illustrare l'effetto della danza sullo sviluppo di un corpo positivo e sull'autostima, per questo progetto sono stati esaminati sei soggetti con disturbi alimentari.

 

Scarica il lavoro del progetto in tedesco: Einfluss von Tanztraining auf das Körperbild von Patientinnen mit Essstörungen

Danza e movimento creativo: Effetto sull'autoefficacia e sul benessere delle persone in età avanzata

Prospettiva scientifica: Benessere in età avanzata

Il ballo è raccomandato dall'OMS (2018) come attività fisica sana per gli anziani. Tuttavia, ci sono solo pochi studi che trattano l'effetto della danza sull'autoefficacia e sul benessere degli adulti più anziani. Con questo lavoro Carla Winkelmann cerca di colmare questa lacuna nella sua tesi finale per la MAS Dance Science.

La danza contemporanea offre molte opportunità di inclusione vissuta

Promuovere la diversità con la danza contemporanea

Catja Loepfe è direttore artistico del Tanzhaus di Zurigo e dal 2017 lavora sempre più per l'inclusione. Questa intervista è pubblicata nell'ambito della pubblicazione "Inklusive Kultur. Esempi pratici e progetti di 35 portatori di etichette" dell'ufficio specializzato Pro Infirmis per la cultura inclusiva. La "Fachstelle Kultur inklusiv" si impegna a favore della partecipazione culturale delle persone con disabilità e accompagna le istituzioni culturali nell'ambito di partnership di label.

All'articolo completo sulla pagina della Rete Danza Svizzera

Buchtipp | Sinn und Sinne im Tanz

Perspektiven aus Kunst und Wissenschaft

Aus der Perspektive unterschiedlicher AutorInnen aus Kunst und Wissenschaft werden Wege aufgezeigt, wie aus verschiedenen Situationen neuartige Zugänge zu künstlerischer, forschender und vermittelnder Praxis entspringen können.

Ähnlich und doch verschieden: Sinn und Sinne im Tanz. Sinn steht für Sinnhaftes, für Einsicht und Vernunft - und mit Sinne wird alles Sinnliche, wird Erfahrung und Wahrnehmung verbunden. Tanz macht Sinn, Tanz ist Sinnlichkeit. Aus der Reibung dieser beiden Pole entstehen für den künsterlischen Tanz wie auch für deren Erforschung neuartige Ansätze. Das im Körper gespeicherte Wissen spielt dabei eine bedeutende Rolle. Aus der Perspektive unterschiedlicher Autorinnen und Autoren aus Kunst und Wissenschaft werden Wege aufgezeigt, wie aus verschiedenen Situationen neuratige Zugänge zu künstlerischer, forschender und vermittelnder Praxis entspringen können.

Dieses gtf-Jahrbuch enstand in Zusammenarbeit mit dem Institute for the Performing Arts and Film (IPF) der Züricher Hochschule der Künste.

Bestellen bei Transcript Verlag

Terapia della danza: Come la danza può guarire?

Il ballo non è solo preventivo. Anche il ballo può guarire.

La danza-terapia può essere una meravigliosa misura di accompagnamento per quasi tutte le malattie. Ma può anche promuovere lo sviluppo personale in persone sane. Ina Sauther fa ricerche per lei sugli attuali studi scientifici.

Leggi l'articolo completo in tedesco: Zentrum für Gesundheit

Faites Danser Votre Cerveau!

Il bestseller di Lucy Vincent ora disponibile in tedesco

Cervello in quattro tempi: L'abbiamo sempre saputo, ma ora è scientificamente provato. Ballare non solo ti rende felice, ma ti rende anche intelligente.

La combinazione di ritmo, ascolto musicale, lavoro coreografico, allenamento asimmetrico dell'emisfero destro e sinistro, capacità di coordinazione (da soli, in coppia o in gruppo) e allenamento di resistenza promuove e sfida in modo subliminale l'apparato pensante. Questo può essere implementato meravigliosamente nella gerontologia e nella terapia della demenza, ma anche in un contesto scolastico offre un'alternativa alle lezioni di violino.

Ulteriori informazioni sono disponibili presso Goldmann Verlag

Intelligenza emotiva nella danza

Scheda informativa 7

I ballerini e gli educatori di danza emotivamente intelligenti possono valutare quali azioni possono scatenare quali emozioni e poi usare questa conoscenza per prendere decisioni responsabili.

Le schede informative possono essere richieste al prezzo di 10,00 Euro (3,50 Euro per i soci) presso ta.med - Gemeinnützige Verein für Tanzmedizin

L'effetto del ballo! Qual è l'effetto?

Rassegna della giornata di ricerca sulla danza-terapia 2019 della Gesellschaft für Tanzforschung GfT

L'11 maggio si è svolta la Giornata della Ricerca Danza Terapia 2019: "La danza funziona! La danza funziona? È stato organizzato dall'Associazione professionale dei terapisti della danza in Germania (BTD) in collaborazione con la Gesellschaft für Tanzforschung (gtf) e la Scuola di medicina di Amburgo.

L'obiettivo della Giornata della Ricerca sulla Danza Terapia 2019 era di dare uno sguardo allo stato attuale della ricerca nella danza-terapia, di rendere più visibili le varie forme di ricerca nella danza-terapia e di porsi la domanda: Come, perché, per chi e contro quale sfondo sociale stiamo facendo ricerca?

Sul sito web della Gesellschaft für Tanzforschung GfT è possibile trovare il contributo completo con le relazioni dei partecipanti sulla conferenza e sui workshop

Prospettive per gli insegnanti di danza

Intervista con il Dr. Andrea Schärli, direttrice del MAS in scienze della danza all'Università di Berna

Sulle attuali priorità di ricerca e le versatili opportunità di sviluppo per gli insegnanti di danza

Dal 2015 è responsabile del MAS in scienze della danza presso l'Università di Berna. Cos'è cambiato negli ultimi quattro anni?

L'interesse per la scienza della danza è costante ed è addirittura aumentato. Abbiamo iniziato quattro anni fa con un gruppo di oltre 20 studenti che si sono tutti laureati un anno fa. Per la terza sessione, abbiamo di nuovo più di 20 studenti. Da allora, sono sempre più numerosi gli studi sui vari stili di danza e il lavoro interdisciplinare che, oltre alla medicina, comprende anche i campi della psicologia, delle scienze del movimento e della formazione, della pedagogia e della bio-meccanica.

I nostri studenti riflettono questa tendenza. Il background comprende breakdance, danza orientale, contemporanea, jazz e danza musicale. Inoltre, l'attenzione non è più incentrata esclusivamente sulla danza professionistica, ma anche sulla specializzazione in diversi gruppi di popolazione. Gli effetti della danza sulla salute degli anziani è un argomento che ho discusso recentemente con i giornalisti in diverse occasioni. Questo sembra essere un "argomento di grande attualità".

 

La danza è ancora spesso considerata come un allenamento di fitness. Come lo percepisce?

La danza può naturalmente essere utilizzata come allenamento fitness, a seconda dello stile di danza e dell'insegnante. Tuttavia, il più delle volte, l'accento non è posto sul lavoro fisico, ma sull'apprendimento di sequenze complesse basate sulla musica, l'immaginazione o l'interazione con altri partner.

È interessante notare, come lo dimostrano molti studi, che i ballerini non hanno lo stesso livello di resistenza come la persona media attiva nel fitness. L'affermazione che la danza è un allenamento fisico deve quindi essere presa con una certa cautela. Se siete alla ricerca di un allenamento fisico completo con elementi di resistenza e di forza, la danza non è certamente la migliore scelta.

 

Nel campo delle neuroscienze, l'interesse per la danza è aumentato significativamente. Questo è dovuto alla scoperta dei neuroni specchio? Come si spiega questa evoluzione?

La danza è davvero molto interessante per le neuroscienze. Il motivo è che i ballerini possono memorizzare coreografie incredibilmente lunghe e hanno un repertorio quasi infinito di movimenti. I neuroni specchio sono un aspetto importante dell'apprendimento di queste sequenze.

Inoltre, studi recenti dimostrano chiaramente che la danza, come attività, si distingue da altre forme di movimento, come il jogging o l'allenamento fisico, soprattutto nella lotta contro le malattie neurodegenerative come la demenza. Nella danza, le funzioni esecutive (ad esempio, la capacità di svolgere un doppio compito) sono continuamente affrontate. Ed è proprio queste attività di complessa coordinazione in relazione con le sfide cognitive che coinvolgono in modo ottimale il nostro cervello e il nostro corpo, sia nell'infanzia che nella vecchiaia.

 

Secondo lei, quale area di ricerca manca ancora al momento? Quali sono le aree in cui vorreste vedere nuovi progetti di ricerca?

Ci sono ancora pochi studi metodologicamente ben progettati sugli effetti della danza sulla salute e sul benessere dei diversi gruppi demografici. C'è certamente ancora un vuoto da colmare in questo settore. Vorrei anche che il campo delle capacità motorie fosse sempre più legato alla danza e che gli studi specifici sulla danza lo sviluppassero.

 

Il MAS in scienze della danza offre un ampio programma di formazione continua che va ben oltre gli aspetti motori e biomeccanici del movimento su base musicale. Qual è l'obiettivo di questa formazione?    

Prima di tutto, vogliamo fornire ai professionisti concetti teorici in varie discipline come l'anatomia, la fisiologia, le neuroscienze, la biomeccanica, le scienze del movimento e della formazione, la psicologia e la pedagogia, affinché possano riflettere sul loro lavoro e ricevere nuovi stimoli. È inoltre importante per noi far conoscere i metodi di ricerca, nonché la lettura e la comprensione di articoli scientifici, in modo che i partecipanti possano scegliere, in futuro, il loro contenuto e il loro metodo sulla base di questi dati. In questo modo è possibile, ad esempio, creare nuovi programmi di danza per anziani nelle case di riposo. Offriamo inoltre due workshop su questo tema nei mesi di ottobre e novembre.

 

Quali opportunità hanno i professori di danza per una formazione e un perfezionamento professionale di qualità in Svizzera?

Ai professori di danza è offerta la possibilità di ricevere una formazione basata su informazioni fattuali e sui più recenti standard scientifici, che permette loro di distinguersi dagli altri insegnanti di danza. La formazione continua nella scienza della danza può, tra l'altro, essere utilizzata per sviluppare idee per nuove offerte.

 

Prima di iniziare la ricerca, è stata molto coinvolta nella pedagogia della danza ed è stata docente di danza al liceo. Quali sono le sue esperienze?

Sì, infatti. Ho anche insegnato la danza nei Paesi Bassi e questa disciplina era persino una materia che portava alla maturità. Erano soprattutto le ragazze che venivano a ballare spontaneamente e s'ispiravano alla danza. Un'indagine condotta nel Regno Unito mostra che la danza è la seconda attività fisica più popolare dopo il calcio. E' da qui che è importante cominciare. I giovani devono essere motivati a praticare la danza attraverso attività di qualità. In questo momento, insegno anche danza per gli studenti di scienze sportive ed è meraviglioso vedere che anche i giovani maschi fanno grandi progressi e imparano ad apprezzare la danza. Qualcuno una volta disse: "Peccato che non mi sia accorto di quanto cool sia il ballo".

 

Quale ruolo gioca la danza nel processo educativo dei bambini e dei giovani?

La danza è importante per lo sviluppo delle capacità motorie dei bambini e degli adolescenti. Purtroppo, in Svizzera è un fenomeno trascurato. Il nuovo programma scolastico include da un lato la musica e dall'altro lo sport. Tuttavia, la danza dovrebbe indubbiamente essere una materia a se stante, che darebbe anche ai professori di danza un maggiore riconoscimento. La maggior parte degli insegnanti di sport e di musica può offrire poche opportunità in questo campo. L'ISPW sta conducendo delle ricerche sull'influenza dell'attività fisica e dell'educazione sportiva sulle prestazioni cognitive degli studenti (gruppo del Prof. Dr. Mirko Schmidt). Si è dimostrato che eseguire esercizi di movimento complessi può portare a migliori prestazioni scolastiche. La danza avrebbe quindi un ruolo importante se venisse proposta.

 

Qual è il ruolo della danza nella prevenzione per la salute?

Il movimento in generale, e la danza in particolare, possono prevenire molte malattie e problemi. Come già accennato, l'esecuzione di movimenti complessi può essere cruciale per le funzioni cognitive e, ad esempio, nella lotta alle forme di demenza. A mio parere, si tratta di un potenziale enorme, che non è stato ancora pienamente sfruttato. La speranza è che si possa sostenere i fatti con la ricerca e convincere i politici e i rappresentanti delle compagnie di assicurazione che l'educazione alla danza può essere una prevenzione e/o riabilitazione molto efficace.

 

In che modo il programma MAS contribuisce a questo sviluppo?

Con gli studi, cerchiamo di mostrare i vantaggi della danza come disciplina e prima o poi di convincere i politici!

Cool facts, hot feet

La gente balla per divertimento, ricreazione, motivi sociali e sempre più per la propria salute. C'è qualcosa di unico nel modo in cui la danza ispira e motiva.

La presente relazione si concentra su diverse fasce d'età, stili di danza, ambienti e condizioni mediche nel contesto della ricerca sulla danza per il tempo libero. L'accento è posto sulle relazioni di ricerca e di valutazione che adottano un approccio scientifico alla raccolta e all'analisi dei dati. Questi includono, ad esempio, l'uso di studi di controllo randomizzati, dispositivi di misurazione dell'attività fisica e della salute mentale convalidati e procedure statistiche standard. La panoramica elenca anche articoli di riviste in cui la metodologia di ricerca non soddisfa gli attuali standard scientifici, ma può fornire informazioni importanti per la selezione delle priorità di ricerca future.

Qui potete scaricare il rapporto completo Dancing to health - a review of the evidence delle prove di People Dancing UK

La danza è più di una semplice terapia

Un'analisi qualitativa delle istruzioni terapeutiche di danza per i pazienti con il morbo di Parkinson

Quali sono i vantaggi e i limiti delle lezioni di danza per i pazienti con il morbo di Parkison e come dovrebbero essere progettate in modo che i partecipanti ne traggano il maggior beneficio possibile?

Oltre a migliorare le capacità motorie, lezioni di danza ben strutturate possono anche aumentare la salute sociale. Dal punto di vista dei partecipanti, un'attenta pianificazione e adattamento del contenuto del corso alle opportunità e ai bisogni delle persone interessate è cruciale per la qualità dei corsi.

Questo studio sarà fornito gratuitamente ai membri TVS su richiesta.

 

Il ballo agisce come un vero allenamento cerebrale e ti rende mentalmente in forma

Uno studio dell'Università di Bochum

Il ballo ti mantiene in forma e funziona come un vero e proprio allenamento cerebrale, conosciuto da molto tempo. Ma in che modo aiuta efficacemente le persone anziane, ad esempio? Questo è esattamente ciò che i ricercatori di Bochum hanno testato - con risultati sorprendenti: se gli anziani si sono esercitati in un programma di danza sviluppato appositamente per gli anziani solo una volta alla settimana, questo ha migliorato la loro forma fisica e aumentato la loro attenzione e reattività.

Leggi l'articolo completo nel portale della conoscenza di Neuronalfit

Il ballo dovrebbe essere prescritto dal medico

Alcuni medici generalisti e assicurazioni lo sanno già: la danza in generale fa bene alla salute!

Il ballo ti sfida davvero, anche se non sai "volare" come i professionisti. La danza è un'attività sportiva completa che ti fa sudare abbondantemente. Se balli regolarmente, la tua salute ti ringrazierà, perché questo sport agisce su molte parti del tuo corpo:

Muscoli: Il movimento migliora il funzionamento delle cellule muscolari. Promuove la tua capacità di coordinazione. Le tensioni si dissolvono e sono meno frequenti. Inoltre, i muscoli possono reagire meglio e più velocemente allo stress.

Organi di supporto: Grazie al movimento ritmico, i tendini e i legamenti sono più fortemente arricchiti di sangue proteggendo le articolazioni. Ma anche loro traggono beneficio dal ballo: la tua mobilità sarà mantenuta e addirittura migliorata.

Colonna vertebrale: La danza è uno sport che richiede una postura corretta. Questo aumenta la mobilità della colonna vertebrale. Scoprirai che di solito ti reggerai più dritto. In questo modo eviterai che i dischi vadano fuori posto.

Organi: Il movimento rende il tuo cuore più potente. La circolazione sanguigna migliora. L'aumento dell'apporto di ossigeno assicura una migliore funzione polmonare, l'aria stantia viene espulsa più rapidamente.

Sistema immunitario: Ballare aumenta il numero di cellule killer nel sistema immunitario. In questo modo il tuo corpo può respingere le infezioni più rapidamente: non sarai più malato così rapidamente.

Bruciare il grasso: A causa del ritmo veloce di alcune danze (Disco-Fox, Jive) i tuoi enzimi cambiano. Molti altri enzimi che bruciano i grassi si sono sviluppati. A lungo andare, ti libererai delle tue maniglie dell'amore.

Aumento della memoria: Il tuo cervello è alimentato meglio dal sangue come per qualsiasi allenamento di resistenza. In questo modo, ti sveglierai, potrai essere subito efficace e ricordare molte altre cose. Durante la tua vita, la connessione tra le cellule nervose generalmente diminuisce - la rete neurale è rotta. La danza migliora la connessione tra le cellule del tuo cervello. I movimenti coordinati e ritmici mantengono giovane il tuo cervello. È anche possibile che aree indebolite del cervello possano rigenerarsi di nuovo. La danza ha dimostrato di migliorare l'apprendimento e la memoria.

Ormoni: Il movimento aumenta la produzione di serotonina. Ti rende felice e creativo. Inoltre, si produce un ormone della creatività. Questo rilassa il corpo, ma la mente diventa molto efficace. I ballerini sono anche persone che risolvono i problemi in modo più creativo degli altri - sono abituati a usare l'emisfero destro e creativo del cervello.

Endorfine: Il ritmo della danza assicura che le endorfine vengano rilasciate dopo poche ore di pratica. Si tratta di sostanze endogene il cui effetto è paragonabile a quello delle droghe. Tuttavia, sono molto più innocue. Ti fanno "solo" sentire rilassato, felice e soddisfatto.

La danza come rimedio: influire contro i mali dell'età

Ritratto di un gruppo di ballo di tipo speciale

Buono per la vostra condizione fisica, la psiche e la vostra memoria: la danza può essere più di una semplice espressione di gioia di vivere, soprattutto per gli anziani.

Leggi l'articolo completo sul la Deutsche Ärztezeitung

Ulteriori informazioni sul gruppo di ballo ArtRose

La danza, il migliore degli sport per la salute

La danza stimola l'intero corpo, il cervello, rende felici e crea coesione sociale

Non lo si dice abbastanza. La danza ha tutte le qualità. Ha un effetto positivo sul corpo, sul cervello, sull'umore e sulle connessioni sociali. Quest'attività, che fa fiorire i bambini, lega le coppie e ringiovanisce i pensionati, è più benefica per gli esseri umani di qualsiasi sport, dice la neurobiologa Lucy Vincent in Make your brain dance!

Leggi l'articolo completo sulla rivista francese Le temps

Benefici della danza sul bambino

Un articolo entusiasmante sui benefici del ballo per i bambini

I bambini che praticano la danza hanno un migliore sviluppo fisico, intellettuale, emotivo e relazionale. La capacità di danzare è presente prima ancora che si possa parlare. I bambini si muovono in modo innato: per muoversi, per esprimere un pensiero o un sentimento, perché è divertente o perché sono felici. Quando i loro movimenti diventano strutturati ed eseguiti consapevolmente, questo diventa danza. Se avete figli, vi chiederete come canalizzare al meglio la loro inesauribile energia. La danza è un'ottima alternativa agli sport di squadra per ragazze e ragazzi di tutte le età.

All'articolo originale francese su Partenaire de danse

Così come questo e nessun altro

Un progetto di danza che celebra l'umanità

Il fatto che la danza non sia riservata al corpo atletico-acrobatico-dinamico è dimostrato dal progetto di danza di Jeannine Elsener e Massimiliano Madonna al Dance Festival 2019 di Zugo. Una performance unica che ha celebrato l'umanità, l'accettazione dell'individuo e la passione comune in primo piano.

La serie di immagini del progetto è commovente e stimolante.

Studi attuali sugli interventi di danza con i bambini

"Moving Systems" come approccio multidisciplinare all'abbandono scolastico e alla promozione dell'apprendimento

Questo articolo tratta di interventi orientati al movimento e alla danza in due diversi contesti scolastici. Il primo studio è stato condotto in Germania in una ex classe della scuola secondaria di terza media (Schaub-Moore 2017) con studenti ad alto rischio di non riuscire a diplomarsi o di abbandonare precocemente la scuola. Il secondo studio è stato realizzato da Sarnadinha, Pereira, Ferreira, Fernandes e Veiga (2018) con bambini in età prescolare in Portogallo e ha indagato gli effetti degli interventi psicomotori e di danza e movimento sui bambini con bisogni speciali.

Lo studio del Dr. rer. soc. Iris Bräuninger è disponibile per il download su Research Gate. 

La danza ha un effetto positivo sul nostro potere cerebrale

Intervista al neuroscienziato Wolfgang Knecht

Il neuroscienziato Wolfgang Knecht del Politecnico di Zurigo spiega come funziona il benessere del cervello e come si può rimettere in forma il proprio organo pensante.

Gli effetti della danza sul cervello sono attualmente allo studio al Politecnico di Zurigo. La cosa speciale è che il mondo acustico incontra il movimento e quindi diverse funzioni vengono attivate contemporaneamente - per esempio, l'attenzione e le funzioni sensoriali e motorie. Questo ha un effetto positivo sulle nostre prestazioni cerebrali. Sulla base di questi risultati, si stanno ora producendo giochi in grado di allenare varie funzioni mentali e fisiche.

All'intervista nel Tagesanzeiger

Ci dovrebbero essere lezioni di ballo su prescrizione medica

Intervista ai neuroscienziati Julia F. Christensen e Dong-Seon Chang

Muoversi a ritmo di musica non è solo divertente, ma è anche un enorme contributo alla nostra salute. Due neuroscienziati spiegano perché si dovrebbe muoversi ballando più spesso.

Leggi l'articolo completo sul giornale Frankfurter Allgemeine
 
 

Più salute nel ritmo

La danza ti rende felice, ti fa stare bene ed è un buon rimedio per i dolori e i cuscinetti di grasso legati all'età, e chiunque può imparare!

Andrea Schärli, professore di danza e direttrice all'Istituto di scienze dello sport di Berna dice: "La danza è uno degli sport più efficaci e salutari di tutti, e la danza ha il vantaggio rispetto al jogging, al ciclismo o all'allenamento del peso, ad esempio, di combinare l'attività fisica con l'attività cognitiva, le sfide e le componenti sociali.

Ingrid Peter (73) gira delicatamente i fianchi per il warm-up sulla musica "079" di Lo & Leduc. Poi salsa cubana, passi veloci, piccoli cerchi e salti, e tutto coi tacchi rossi: "Dopo quest'ora, sono fradicia, do tutto e allo stesso tempo ricarico le mie batterie", dice la pensionata di Bolligen (BE). Ogni mercoledì sera segue un corso di salsa per donne alla Scuola di danza bernese di Muévete. Chi balla, allena il corpo, la mente e l'anima.

Qui potete scaricare l'articolo completo nella Drogistenstern.

Buchtipp | Tanzen ist die beste Medizin

Warum es uns gesünder, klüger und glücklicher macht

Gesundheit und Tanzen sind zwei Seiten derselben Medaille: Zu tanzen lindert nachweislich die Symptome von Parkinson und Depression; es schult den Gleichgewichtssinn, die Koordination, hilft gegen Demenz besser als jedes Gehirnjogging, kurz, es macht uns zu einfühlsameren, geduldigeren, glücklicheren und anziehenderen Menschen. Tanzen kann sogar Beziehungen retten, denn: Liebe geht durch die Beine. Die Autoren verraten, warum wir überhaupt tanzen, dass Tanz Ausdruck von Gefühlen sein kann, warum er als gesellschaftlicher Kitt dient, als Symbol für Schönheit und Verführung gilt und zur Heilung von Körper, Geist und Seele beiträgt.

Wissenschaftliche Erkenntnisse lebendig und anschaulich vermittelt durch Julia F. Christensen und Dong-Seon Chang

Sophie balla. E balla. E balla.

Danzare come elisir di vita

Uno studente di danza è su una sedia a rotelle dopo una grave malattia. Ma rinunciare è fuori questione per Sophie Hauenherm. Ora la diciottenne ha superato l'esame di laurea di primo livello all'Università Palucca.

Quando Sophie Hauenherm, diciottenne, s'inchina durante l'esame di bachelor, deve rimanere seduta - su una sedia a rotelle. Il pubblico è ammaliato. Il commovente spettacolo è seguito da un momento di silenzio. Poi segue una standing ovation.

 
Leggi l'articolo completo della Deutsche Ärztezeitung
 
Potrebbe interessare anche a te: Sophie Hauenherm al Treff di Colonia su WDR (Video)

Il potere curativo del Groove

Perché la danza è profondamente radicata in molte culture del mondo

L'essere umano è un ballerino. Ma perché? I ricercatori stanno cominciando a svelare questo comportamento inebriante. Le esperienze dimostrano che il movimento ritmico seduce e si collega alla musica - e può anche aiutare i malati. E' una celebrazione del corpo, un'ode all'estetica, al sesso e alla passione danzati.

Al testo originale su Spiegel Online

Xenius: Conoscenza compatta

Ballare - Così sano è

Che si tratti di passi sofisticati, di estasi o di gioiose danze - vista dall'esterno, la danza è un comportamento piuttosto strano. Gli scienziati, tuttavia, sono convinti che l'agitarsi con la musica sia più di un semplice passatempo felice. Dong-Seon Chang, neuroscienziato e lui stesso ballerino appassionato, sa che ballare ti rende sano, felice e anche intelligente.

La documentazione è disponibile su Arte fino al 17 giugno 2020: Tanzen - So gesund ist es 

Ridurre le cadute grazie alla danza

Uno studio degli studenti della Scuola universitaria professionale di Zurigo ZHAW

Il movimento e la danza possono ridurre il rischio di caduta, soprattutto nei pazienti con mobilità ridotta. Tre studentesse dell'Università di Scienze Applicate di Zurigo (ZHAW) hanno sperimentato questa ipotesi nella pratica.

Leggi l'articolo completo su Freiämter

Offerte di movimento e danza per gli anziani sono disponibili su camminaresicuri.ch, un'iniziativa di BFU, Pro Senectute e Promozione Salute Svizzera.

Percepisco il battito del mio cuore

I ballerini hanno una maggiore consapevolezza dell’interocezione

L’interocezione è il processo di percezione dei segnali correlati provenienti dall'interno del corpo, tra cui la frequenza cardiaca (FC), i segnali gastrici, ecc. ed è stato descritto come un meccanismo cruciale per creare consapevolezza di sé e identità personale.

Il compito di percezione del battito cardiaco è uno strumento per misurare l'accuratezza dell'interocezione degli individui (IAcc). L'IAcc è positivamente correlato con misure di autoconsapevolezza e con attributi come la sensibilità emotiva, l'empatia, il comportamento prosociale e l'efficacia del processo decisionale. L'IAcc è moderato nella popolazione generale e i tentativi di identificare gruppi di persone che possono avere un IAcc più elevato a causa della loro formazione specifica (ad esempio yoga, meditazione) non hanno avuto successo. Tuttavia, un recente studio di musicisti suggerisce che le persone addestrate nelle arti possono avere un alto tasso di IAcc. Qui, abbiamo testato l'IAcc con 20 ballerini professionisti e 20 partecipanti donne di controllo su un compito di percezione del battito cardiaco. I ballerini avevano un IAcc più alto, e questo effetto era indipendente dalla loro frequenza cardiaca più bassa (una misura indiretta di fitness), dalla loro capacità di contare e dalla loro conoscenza della FC. Un'ulteriore analisi tra i gruppi dopo una distribuzione mediana del gruppo di ballerini (basata su anni di esperienza nella danza) ha mostrato che l'IAcc dei ballerini junior era diverso da quello dei controlli, e che l'IAcc dei ballerini senior era superiore a quello dei ballerini junior e dei controlli. L'esperienza generale dell'arte è positivamente correlata con l'IAcc. Non è stata trovata alcuna correlazione tra le misure di empatia, l'esperienza emotiva e l'alessitimia dell'IAcc e il questionario. Questi risultati sono discussi nel contesto delle attuali teorie dell'interazione e dell'emozione - evidenziando le caratteristiche della formazione artistica che potrebbero essere collegate all'IAcc.

 

Lo studio completo di Julia F. Christensen (è necessaria la registrazione gratuita su Researchgate)

Danza dei neuroni

Quando ballare ti rende più intelligente

Balla con la tua corteccia. Quali sono gli effetti della danza sulla nostra intelligenza e c'è una differenza tra la danza competitiva professionale e la libera improvvisazione?

Per secoli, manuali di danza e altri testi hanno elogiato i benefici della danza sulla salute, di solito come esercizio fisico. Di recente si è assistito ad un più ampio movimento di ricerca sui benefici della danza sulla salute, come la riduzione dello stress e l'aumento dei livelli di serotonina, con particolare attenzione al benessere generale dell'individuo. Infine, è stato scoperto un altro effetto piuttosto inaspettato che dovrebbe rallegrare i lettori di questo articolo: ballare spesso ci rende più intelligenti.

 

Per saperne di più: Tango Kiosk

Non solo sesso?

Funzioni neurali e biocomportamentali della danza umana

Ballare si muove e molti provano una gioia naturale quando ballano. Questo studio si occupa dell'ipotesi che la danza ha notevoli effetti neurobiologici sul corpo, che vanno ben oltre un aumento a breve termine dell'umore e un aumento del senso estetico.

Una panoramica integrativa delle scoperte neuroscientifiche e dei risultati della ricerca comportamentale fornisce chiarezza sugli effetti della danza sulle persone, indipendentemente dal loro background culturale. Nella prima parte, l'importanza centrale della danza per la vita umana è presentata sullo sfondo dell'archeologia, della psicologia comparativa, della psicologia dello sviluppo e della psicologia interculturale. Nella seconda parte, l'evidenza empirica per sei funzioni neuronali e bio-comportamentali della danza sarà rivista: (1) focus dell'attenzione, (2) esperienze emotive di base, (3) immagini, (4) comunicazione, (5) auto-intimazione e (6) coesione sociale.
Su questa base, vengono discusse diverse prospettive sulla funzione della danza per le persone: (1) La danza è piacere puro, (2) la danza è solo sesso, (3) la danza serve esclusivamente per la gestione dell'umore e aumenta il benessere soggettivo, e (4) la danza è riservata solo agli esperti. Essendo un campo di ricerca giovane, le prove non sono ancora del tutto definitive. Questa panoramica mira a fare un passo avanti verso la sistematizzazione di un nuovo campo di ricerca: una scienza della danza a carattere neuro e bio-comportamentale.

 

Questo articolo è disponibile gratuitamente per i membri TVS su richiesta

 

Ballare contro i tic

La commovente storia di un ragazzo con la sindrome di Tourette

Quando Dominik balla, è nel suo mondo. Non ci sono malattie o anomalie preoccupanti. Solo poche persone sapevano da tempo che aveva la sindrome di Tourette. Oggi, sua madre sta scrivendo un libro commovente su come ha superato i tic con il balletto.

Leggi l'articolo completo: Deutsche Ärztezeitung

Move your arm like a swan

Un programma per persone con il morbo di Parkinson: Dance for PD

I sintomi fisici del morbo di Parkinson (MP) possono sembrare una trappola. La lentezza dei movimenti, la rigidità, la perdita di equilibrio e i tremori rendono impossibile la vita quotidiana, e le persone si isolano, i loro corpi diventano un peso imprevedibile e insensibile.

Dance for PD®, una collaborazione tra il Brooklyn Parkinson Group e il rinomato Mark Morris Dance Group, sta lavorando per ridurre questo peso. Il programma si avvale di ballerini professionisti in studi di danza per lavorare con i pazienti con MP per sviluppare strategie per muoversi nel mondo attraverso l'uso creativo ed espressivo del proprio corpo.

L'articolo sarà messo gratuitamente a disposizione dei membri TVS su richiesta.

 

Corsi di danza per i malati di Parkinson si possono trovare su Parkinson bewegt

La danza può alleviare la depressione?

Un'interessante panoramica degli studi scientifici attuali

E se ballare regolarmente, in qualsiasi stile, fosse una terapia efficace contro la depressione? Diversi studi scientifici sono giunti a questa conclusione.

I risultati in sintesi al Partenaire de danse
 

Tango per il morbo di Parkinson: un approccio promettente

Un'iniziativa del Klinik Lengg

Diversi studi internazionali hanno dimostrato che il tango ha un innegabile effetto positivo sul morbo di Parkinson, in particolare sull'equilibrio, la mobilità, la percezione, il pensiero e la fatica. Nel giugno 2016, il centro di riabilitazione della clinica Lengg di Zurigo ha offerto un corso introduttivo di tango.

Informazioni sui corsi offerti dalla Clinica Lengg a zurigo

 

Ulteriori informazioni e offerte di corsi attuali su Parkinson bewegt

Rock 'n' Fit

Rock'n' Fit mantiene la mente in forma

La pratica regolare della danza riduce il rischio di sviluppo della demenza. Lo dimostrano alcune ricerche condotte negli Stati Uniti. Questo è uno dei motivi per cui la danza e le danze degli anziani sono in piena espansione.

Leggi l'articolo completo su Coop Zeitung 

 

Pomeriggi danzanti per anziani: Seniorentanz Schweiz

 

Ballare rende l'anima libera

Rompere le distanze dalla vita quotidiana - ballare è facile per i giovani

La musica gode di uno status molto più alto nella nostra società rispetto alla danza. Sbagliato. Quando i bambini ballano, si sentono felici. Spesso gli adulti hanno difficoltà a ballare da soli. Vale la pena di dedicarsi completamente al movimento.

Leggi l'intero articolo sulla rivista Fritz+Fränzi

Tanzheimer

Gli anziani si dondolano

Ballare è un'attività impossibile con l'età? No, per niente! Questo è ciò che hanno pensato tre studentesse della ZHAW, organizzando sei lezioni di ballo per anziani. Persino i partecipanti con un deambulatore hanno potuto partecipare al programma. Un lavoro sul terreno sul campo.

Ulteriori informazioni sul progetto Tanzheimer sul sito web della Scuola universitaria professionale di Zurigo (ZHAW)
 
 
Trova il corso di danza più vicino a te grazie a Pro Senectute (seleziona prima il tuo cantone e poi clicca su attività per il tempo libero)

Sviluppo della personalità attraverso la danza

I postulati pedagogici e il loro significato per la pratica dell'insegnamento

Lo sviluppo della personalità attraverso la danza è considerato un argomento decisivo per l'insegnamento della danza a scuola. Ma che effetto ha la danza contemporanea sullo sviluppo della personalità degli studenti? Cosa significa insegnare la danza contemporanea? Quali aspetti del possibile sviluppo della personalità sono affrontati dalla danza contemporanea? E infine: gli effetti della danza contemporanea possono essere compresi a livello psicologico?

In generale, gli studenti del progetto di danza mostrano nuove esperienze di movimento ed esperienze gioiose nell'affrontare la fisicità e il contatto con il corpo. Durante il ballo viene offerta un'esperienza sociale. Un'influenza di accompagnamento sulla propria aspettativa di autoefficacia può essere in parte compresa empiricamente. Il confronto consapevole con l'espressione e la creatività è finalizzato, ma non può essere misurato indirettamente. La danza contemporanea, in particolare, si concentra sulla promozione individuale e sullo sviluppo del potenziale creativo di ogni singolo studente, dando così impulsi per lo sviluppo della personalità. Esperienze specifiche che vengono innescate dal confronto con la danza, come "fare nuove esperienze di movimento" o l'esperienza di presentarsi davanti a un pubblico, diventano evidenti. Soprattutto, però, gli studenti vengono introdotti in un'area della società che può insegnare loro ad affrontare la fisicità in modo ludico e libero da pensieri di performance, che è esistenzialmente importante come base per la salute e la felicità.

La danza e il cervello: una recensione

Come la danza può influire sulla plasticità del cervello

La danza è una forma universale di espressione umana che offre una ricca fonte di studi scientifici. La danza offre un'occasione unica per studiare la plasticità del cervello e la sua interazione con il comportamento.

Diversi studi hanno esaminato le correlazioni comportamentali della danza, ma si sa meno della base cerebrale della danza. Studi sull'osservazione della danza suggeriscono che l'allenamento di danza a breve e lungo termine influisce sull'attività cerebrale nelle reti di osservazione e di simulazione d'azione. Nonostante le sfide metodologiche, è stata dimostrata la fattibilità del neuroimaging durante la danza, e diverse regioni del cervello sono state coinvolte durante lo spettacolo di danza. Un lavoro preliminare nel nostro laboratorio suggerisce che l'allenamento di danza a lungo termine cambia sia la struttura della materia grigia che della materia bianca.

Questo articolo presenta una sintesi critica del lavoro sulle correlazioni neurali nella danza. Comprende studi di neuroimmagini funzionali di osservazione e performance della danza, nonché studi di neuroimmagini strutturali di ballerini esperti. Per stimolare un dialogo continuo tra danza e scienza, vengono discusse le direzioni future della danza e della ricerca sul cervello e le sue implicazioni. La ricerca sulle neuroscienze della danza porterà ad una migliore comprensione delle relazioni cervello-comportamento e della plasticità cerebrale tra esperti e non esperti e può essere applicata allo sviluppo di programmi terapeutici basati sulla danza.

 

Per lo studio completo Annals of the New York Academy of Sciences

Il ballo promuove l'attenzione

Come la danza cambia la nostra percezione

Daria Höhener, appassionata di danza, ha lavorato ad un progetto di danza nell'ambito della sua tesi di maturità presso la palestra di Trogen e ha confermato la tesi con un test di concentrazione scientificamente provato: "La danza promuove l'attenzione dei bambini delle scuole elementari, dei cantoni, dei giovani e degli adulti più anziani".

Infida altalena dell'anca

Come si balla molto sulla propria personalità

Dalla danza tribale del Massai in Kenya alla festa techno nel club alla moda di Berlino - la gente balla in tutte le culture. I movimenti ritmici della musica non sono solo divertenti, ma svolgono anche molti compiti importanti: Convocando dei, portando pioggia, impressionando gli avversari, rafforzando la comunità e lo spirito combattivo. Ma la funzione più importante da un punto di vista evolutivo è probabilmente l'esposizione del corteggiamento. Le persone si differenziano poco da molte specie animali che eseguono meravigliose danze per impressionare i potenziali partner o intimidire i concorrenti.

Ballare è vita: L'energia per ballare è inesauribile

Intervista con Gunter Kreuz dell'Università di Oldenburg

Prima ancora di poter scrivere, la gente ballava. Il movimento al suono della musica dà forza e fiducia in se stessi, dice Gunter Kreutz dell'Università di Oldenburg. In un'intervista, il ricercatore sulla cognizione musicale spiega perché la danza rilassa e aiuta nella lotta contro la malattia.

Leggi l'intervista completa con il ricercatore di cognizione musicale Gunter Kreuz su Spiegel Online

Un'ora di ballo a settimana per mantenere la mente e il corpo in forma

Attenzione, reazione, equilibrio, miglioramento dello stile di vita in sei mesi

Alcuni ricercatori dell'Università di Bochum sono stati in grado di dimostrare qualche tempo fa che la danza è un modo per mantenersi in forma. Hanno sperimentato un programma di danza appositamente progettato per gli anziani con risultati sorprendenti: gli anziani che prima erano inattivi sono riusciti ad aumentare notevolmente la loro forma fisica, ma anche la loro attenzione e capacità di reazione con frequenza settimanale per un'ora dopo sei mesi di allenamento.

Leggi l'intero articolo della rassegna stampa dell'Università Ruhr di Bochum. All'articolo di ricerca sulle Frontiers in Aging Neuroscience

Il ruolo della danza nel processo educativo

Nuovi orizzonti nel sistema educativo

Lo scopo di questo studio è di incoraggiare una modifica dell'approccio metodologico utilizzato nel campo scolastico, in quanto attribuisce troppa importanza ai processi cognitivi e trascura le esperienze fisiche, ludiche e creative che sono estremamente preziose per lo sviluppo della personalità.

Nessun'altra attività influenza il corpo, la mente e le emozioni come la danza. Più di ogni altra forma di espressione, la danza può aiutare i bambini ad abitare il proprio corpo e a sviluppare il loro potenziale non ancora valorizzato.

Qui potete scaricare lo studio Marzia Candela: The role of Dancing in the educational process

La danza come cultura quotidiana

Résumé di Ulla Ellermann e Barbara Flügge-Wollenberg

La danza come cultura quotidiana e ciò che può fare per i bambini e i giovani: Dalla promozione della competenza sociale e l'uso responsabile del proprio corpo all'accettazione di altre culture

La danza come cultura quotidiana può essere compresa solo se prima è chiaro che non esiste una cosa come la danza, ma piuttosto una varietà di manifestazioni e stili diversi, come ad esempio: Danza Storica, Danza Classica, Danza Moderna, Danza Artistica Contemporanea, Teatro Danza, forme di danza contemporanea come Hip Hop, Jazz, Show etc., Ballo da sala con Valzer, Tango, Rumba, Cha-Cha-Cha etc. fino alla Danza Popolare Tedesca o Internazionale. Inoltre, l'insegnamento in tutti i settori si rivolge da un lato agli artisti della danza, ai ballerini professionisti e dall'altro ai dilettanti che ballano con diverse motivazioni e capacità - dai bambini agli adulti.

Saperne di più (in tedesco)

Anche la sedia a rotelle danza

Ritratto di un insegnante di danza entusiasta

La gioia di vivere. Per qualche ora dimenticate le difficoltà della vita quotidiana e sfidate voi stessi fisicamente e mentalmente mentre ballate: L'insegnante di danza di San Gallo Irene Gasser segue questo obiettivo con i suoi corsi di danza su sedia a rotelle.

Leggi l'articolo completo nel Tagblatt

Ulteriori informazioni sui corsi offerti dal associazione Rollstuhltanz e Myhandycap

La danza popolare come processo di apprendimento interculturale

Uno studio esplorativo

La danza può contribuire all'acquisizione di competenze interculturali e in quali settori copre? Tolga Candas Altinok ha scritto la sua tesi di laurea su questo tema all'Università sportiva tedesca di Colonia.

Queste domande sono precedute dal presupposto che la danza è un mezzo appropriato per promuovere le capacità di comunicare. È proprio qui che risiede la differenza decisiva tra danza e sport: lo sport valorizza l'idea di competizione, mentre la danza si concentra sull'aspetto sociale. Gli studi sul tema "dell'apprendimento interculturale" portano alla seguente affermazione: "La danza è un mezzo che permette un approccio olistico e un incontro con le culture straniere. Sperimentando e appropriandosi di movimenti corporei e danze culturalmente specifici e codificati, si possono trasmettere informazioni complementari sulla cultura di origine e sulla rispettiva società.

Sulla tesi di laurea di Tolga Candas Altinok presso l'Istituto europeo per lo sviluppo dello sport e la ricerca sul tempo libero

Fiducia in sé nella danza, età e genere

Perché vale la pena iniziare a ballare presto

La fiducia in se stesso nella danza è un'autostima specifica di questo campo che misura come una persona si sente sulle proprie capacità sociali e ricreative nel campo della danza. Questo studio esamina come la fiducia in se stessi nella danza varia a seconda del sesso e della fascia d'età.

Tredicimila settecentoquindici persone hanno guardato un video e poi completato un sondaggio online. I risultati mostrano che la fiducia nella danza varia a seconda del sesso e della fascia d'età, per cui le donne in genere hanno livelli di fiducia nella danza più elevati rispetto agli uomini, e la fiducia nella danza cambia in punti importanti del ciclo di sviluppo. Per le donne, i livelli di fiducia in se stesse cominciano ad essere elevati nella prima adolescenza, calano significativamente dopo i 16 anni di età, per poi aumentare costantemente fino alla fine dell'adolescenza e all'inizio dei vent'anni prima di stabilizzarsi nella mezza età. C'è una diminuzione significativa della fiducia delle donne nella danza quando raggiungono la metà o la fine dei cinquant'anni. Per gli uomini, il livello di fiducia in se stessi nella danza inizia a un livello basso, poi aumenta costantemente alla fine dell'adolescenza e all'inizio dei vent'anni, prima di stabilizzarsi a metà dei trent'anni. C'è un notevole aumento della fiducia nella danza tra gli uomini quando raggiungono la metà dei sessant'anni. I risultati e la relazione tra danza sociale e autostima sono discussi nel contesto di due modelli teorici di autostima, il "Modello di Valutazione Riflessiva" e il "Modello di Competenza".

 

Questo studio in inglese sarà messo gratuitamente a disposizione dei membri TVS su richiesta.

Usarlo o perderlo: ballare ti rende più intelligente

Uno studio scientifico sull'influenza della danza sulla performance cognitiva

L'efficacia di ballare in poche parole. Richard Powers riassume i risultati di diversi studi sugli straordinari effetti positivi sulle prestazioni cognitive attraverso la danza. Lui sa tutto! Richard Powers insegna danza sociale storica e contemporanea presso la Stanford University's Dance Division da oltre 40 anni. Continua a leggere o vai a ballare!

Finora, la danza è stata attribuita principalmente con effetti positivi nell'aumentare il benessere fisico e le prestazioni sociali. Da qualche tempo, gli studi hanno dimostrato che la danza ha anche un'influenza significativa sulle prestazioni mentali. Un confronto con altre attività cognitive e fisiche dimostra che la danza non solo ha un'influenza molto elevata sulla formazione di nuovi tratti nervosi nel cervello e può anche prevenire la demenza, ma anche aumentare le prestazioni mentali nei bambini. La chiave sta nel fatto che la danza attiva diverse funzioni cerebrali - vale a dire cinestetica, razionale, musicale ed emotiva - contemporaneamente. Lo stile di danza non è rilevante. Decisivi sono piuttosto il tipo e l'intensità della partecipazione individuale, lo sviluppo del movimento e l'incontro con il partner di danza. E - più spesso balliamo e prima iniziamo a ballare, maggiore è il beneficio!
 
Leggi l'intero articolo di Richard Powers: Use It or Lose It: Dancing Makes You Smarter, Longer
 
Chi vuole trattare in dettaglio l'argomento "Attività ricreative e rischio di demenza nelle persone anziane" viene qui per lo studio originale sul New England Journal of Medicine.

Shall we dance?

Esplorazione dei benefici della danza sul benessere

Le ricerche passate hanno rivelato influenze positive della musica sulla salute e sul benessere delle persone. Questi studi empirici si sono concentrati su attività musicali come l'ascolto e il canto, trascurando i potenziali effetti della danza.

L'analisi quantitativa e qualitativa ha dimostrato che la danza ha un effetto potenzialmente positivo sul benessere sotto diversi aspetti. Sono stati riscontrati effetti positivi a livello fisico, sociale e spirituale. In particolare, sono state osservate una maggiore autostima e migliori strategie di gestione dei conflitti. Questo studio esplorativo fornisce un punto di partenza per una migliore comprensione dell'impatto della danza amatoriale sul benessere generale e fornisce argomenti convincenti sul perché la danza dovrebbe essere inclusa nel programma di promozione della salute pubblica.
 
Alla pubblicazione in inglese su Arts & Health Magazine
 
Sul testo originale tedesco della tesi di laurea di Cynthia Quiroga Murcia (Schrift B)

Danza e salute

Dal sentimento alla ricerca sistematica

Il ballo è sempre stato associato alla promozione dei processi di guarigione e dell'assistenza sanitaria, ma solo negli ultimi anni c'è stato un notevole aumento dell'interesse per la ricerca sistematica sui benefici per la salute.

Il contributo della danza al miglioramento della salute e del benessere può essere visto sotto due punti di vista. Da un lato, la danza può essere considerata come un'attività ricreativa che può avere effetti benefici sulla salute. D'altra parte, la danza è utilizzata in un ambito clinico come terapia di supporto per vari problemi fisici e mentali. Questa pubblicazione di Cynthia Quiroga Muricia esamina le indicazioni che suggeriscono che la danza ha benefici specifici per la salute.

Pubblicato da Oxford Schoolarship con il titolo Dance and health - exploring interactions and implications. Versione tedesca nella tesi di laurea di Cynthia Quiroga Murcia (Carta A)

Il tango influenza gli ormoni dello stress e gli ormoni sessuali

Conoscenze di base su uno stile di danza che è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 2009

Il tango non solo aumenta l'umore, ma ha anche una provata influenza sulla quantità di stress e di ormoni sessuali nel corpo. L'ormone cortisolo, che è associato allo stress, diminuisce durante la pratica del tango, mentre il corpo di entrambi i partner rilascia in misura maggiore l'ormone sessuale testosterone.

Leggi l'articolo completo nella rivista Focus Online o vai direttamente alla pubblicazione di Cynthia Quiroga Murcia, MSc: Emotional and Neurohumoral Responses to Dancing Tango Argentino: The Effects of Music and Partner.
 
Anche tu potresti essere interessato: Tanzen - Subjektive und psychobiologische Wirkung, dissertazione di Cynthia Quiroga Murcia. 

L'effetto psicobiologico della danza

Uno studio sulla danza del tango

Il presente studio esamina le risposte emotive e ormonali alla danza del tango e le influenze specifiche della presenza della musica e del partner su queste risposte.

Ventidue ballerini di tango sono stati valutati in quattro circostanze, in cui la presenza di musica e di un partner di danza mentre ballare sono stati variati in un disegno 2 x 2. Prima di ogni circostanza e 5 minuti dopo, i partecipanti hanno fornito campioni salivari per l'analisi delle concentrazioni di cortisolo e testosterone e hanno completato la tabella degli effetti positivi e negativi. I dati suggeriscono che il movimento con un partner musicale ha effetti più positivi sullo stato emotivo rispetto al movimento senza musica o senza un partner. Inoltre, sono state riscontrate diminuzioni delle concentrazioni di cortisolo con la presenza di musica, mentre gli aumenti dei livelli di testosterone sono stati associati alla presenza di un partner. Il lavoro degli autori dà evidenza di reazioni psicobiologiche positive a breve termine dopo la danza del tango e contribuisce a comprendere l'influenza differenziale della musica e del partner.

Alla pubblicazione in inglese sul Music and Medicine Journal o al testo originale tedesco della tesi di dottorato di Cynthia Quiroga Murcia (Schrift D).