Tanzvereinigung Schweiz TVS

 

Informazioni importanti per le scuole di danza sul virus Corona

 

 

Cosa bisogna sapere in vista della ripresa delle attività della scuola di danza l'11 maggio

Si prega di notare che le norme relative al divieto di riunione e all'allontanamento sociale continuano ad essere applicate integralmente. Informazioni dettagliate sono disponibili sul sito web dell'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP.

 

UFSP Infoline Coronavirus, +41 58 463 00 00, 24 ore su 24

 

Riapertura delle scuole di danza ai sensi dell'Ordinanza 2 COVID 19

 

Le scuole di danza possono riprendere la loro attività a partire dell'11 maggio 2020 con piccoli gruppi fino a un massimo di 5 persone senza contatto fisico e nel rispetto del divieto di raduni, delle norme igieniche, di distanza e dell'attuazione di un concetto di protezione specifico.

Anche più gruppi fino a 5 persone possono allenarsi nella stessa sala, a condizione che vengano rispettate le regole sulla distanza.
Sono escluse dal divieto di contatto le persone che vivono nella stessa casa e le coppie che si appartengono e sono vicine. 

 

Sviluppo e attuazione di un concetto di protezione

 

Lo sviluppo e l'attuazione di un concetto di protezione serve a minimizzare il rischio di trasmissione del coronavirus e a prevenire una seconda ondata di infezione. La responsabilità per lo sviluppo di un concetto di protezione individuale, adattato alle circostanze specifiche della vostra scuola di danza, spetta alla direzione della scuola di danza. 

 

In collaborazione con Danse Suisse, TANZ Associazione Svizzera TAS ha sviluppato un concetto di massima specifico per il settore, per facilitare il vostro lavoro.

Il nostro concetto di protezione è stato approvato dalla UFSP il 6 maggio 2020 e può essere scaricato qui:

 

Concetto di protezione per le scuole di danza e di ballo nell'ambito del COIVD-19

 

L'attuazione del concetto di protezione è una sfida per molte scuole di danza. Il seguente documento contiene le domande e le risposte più importanti relative allo sviluppo e all'attuazione del concetto di protezione individuale:  

 

Q&A: Attuazione del concetto di protezione

 

Se avete ulteriori domande, inviatele per e-mail a info@tanzvereinigung-schweiz.ch in modo da poter chiarire le domande in modo uniforme per tutte le scuole di danza.

 

 

Proseguimento delle misure federali per attenuare le conseguenze economiche del coronavirus

Indennità di perdita di guadagno per i lavoratori indipendenti

 

Secondo una notifica dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali UFAS, il diritto all'indennità per i lavoratori indipendenti cesserà il 16 maggio 2020. Ciò vale indipendentemente dalle restrizioni imposte alle scuole di danza nell'ambito delle misure di protezione. L'unica eccezione è per le imprese in cui l'infrastruttura rende impossibile avviare un'attività limitata. Gli interessi economici non hanno alcun ruolo in questo contesto.

 

Diritto a un'indennità di lavoro ridotto per le scuole di danza

 

Il diritto all'indennità per il lavoro ridotto per la cerchia estesa di dipendenti nell'ambito del regolamento COVID-19 continuerà a sussistere. In caso di ripresa parziale del lavoro, le ore perse devono essere ridotte di conseguenza nella dichiarazione di fine mese.

 

Il Consiglio federale ha portato da tre a sei mesi la durata del diritto alle indennità nell'ambito delle misure COVID-19, vale a dire che il diritto sarà probabilmente valido fino a metà settembre.

 

Vi preghiamo di consultare le informazioni della SECO e di lavoro.swiss. In caso di dubbi contattate la cassa cantonale di assicurazione contro la disoccupazione.

 

Misure complementari per il settore culturale

 

Proseguiranno anche le misure complementari per il settore culturale, in particolare il sostegno alla liquidità e la compensazione delle perdite di guadagno si prega di notare che la scadenza per la presentazione delle richieste è il 20 maggio 2020.

Informazioni dettagliate sulle misure per le istituzioni culturali a scopo di lucro sono disponibili sul sito dell'Ufficio federale della cultura UFC.

 

 

Altre misure per garantire la vostra sussistenza economica

Richiesta di riduzione dell'affitto

 

Parlate con il vostro proprietario della possibilità di una riduzione dell'affitto. Spiegate la vostra situazione e cercate di trovare una soluzione amichevole. Dovrebbe essere anche nell'interesse del vostro proprietario evitare un cambio di locatario o una perdita di affitto a causa di un locale vacante. Se si raggiunge un accordo, è consigliabile documentarlo per iscritto.

 

 

Per il momento, evitate di far valere il vostro diritto ai sensi dell'art. 259a CO per causa di un impedimento all'utilizzo dell'oggetto in locazione, poiché la situazione giuridica non è chiara. L'Associazione svizzera degli inquilini ha chiesto alle autorità federali di occuparsi di questa questione. Informazioni aggiornate sulla situazione giuridica sono disponibili sul sito web di MV Schweiz. Le informazioni sono purtroppo disponibili solo in tedesco:

 

 

Rimborso delle spese di abbonamento a corsi di danza

 

In linea di principio, nella situazione attuale, in qualità di organizzatore di corsi di danza siete obbligati a rimborsare le quote d'iscrizione già pagate su base proporzionale, a meno che il contratto o le condizioni generali di contratto non prevedano diversamente. Secondo la legge, questo diritto al rimborso non è modificabile, ad esempio sotto forma di un corso di recupero o di workshop digitali.

 

Per ragioni commerciali, raccomandiamo quindi ai nostri membri di cercare il dialogo con i loro clienti e di cercare una soluzione amichevole. Questo vale anche in questo contesto: se tutti portano il loro contributo, le conseguenze della crisi del coronavirus saranno molto meno drammatiche e l'offerta diversificata delle scuole di danza potrà continuare ad esistere. I dettagli della situazione giuridica si trovano alla pagina seguente:

 

 

Ci sforziamo di mantenere aggiornate e complete le informazioni presentate qui sopra.

 

Il vostro team TAS

 

 

Aggiornato il 7 maggio 2020