Tanzvereinigung Schweiz TVS

 

Informazioni importanti per le scuole di danza riguardo al coronavirus

 

In occasione della conferenza stampa del 20 marzo, il Consiglio federale ha approvato un pacchetto di misure volte ad attenuare le conseguenze economiche del coronavirus per le imprese e i lavoratori autonomi. Anche le scuole e i professori di danza hanno diritto a un sostegno finanziario.

 

 

Nonostante l'incertezza economica, rimaniamo convinti che la lotta contro la diffusione del coronavirus sia la nostra priorità assoluta. Il messaggio del Consiglio federale è chiaro: è essenziale restare uniti per fermare la diffusione del virus. Accertatevi di seguire le istruzioni della Confederazione sia in ambito professionale che privato.

 

Troverete informazioni sul sito web dell'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP

 

Info Line Coronavirus, +41 58 463 00 00, 24 ore su 24

 

Per garantire la redditività della vostra scuola di danza, avete la possibilità di richiedere un'indennità per lavoro ridotto per voi e per gli insegnanti di danza da voi assunti presso l'assicurazione contro la disoccupazione cantonale o l'assicurazione contro la disoccupazione di vostra scelta.

 

Il 20 marzo il Consiglio federale ha deciso di prorogare il diritto all'indennità per lavoro ridotto e di semplificare la procedura di richiesta. Informazioni dettagliate e link utili si trovano alla pagina seguente:

 

 

D'ora in poi, le indennità di lavoro ridotto possono essere richieste anche per i dipendenti con un contratto di lavoro a tempo determinato, gli apprendisti e i dipendenti trattati come datori di lavoro (ad es. soci di una SARL). È stato abolito il già ridotto periodo di attesa per l'indennità di lavoro ridotto.   

 

Indennità per perdita di guadagno per lavoratori autonomi

 

Per gli insegnanti di danza freelance è previsto un indennizzo in conformità con la Legge sulle indennità di perdita di guadagno (IPG), che viene corrisposto sotto forma di indennità giornaliere. Il diritto all'indennità cessa con la revoca dei provvedimenti per combattere il coronavirus.

L'indennità non viene versata automaticamente. L'avente diritto dovrà richiedere personalmente l'indennità alla cassa di compensazione presso cui è affiliato.

 

 

Assistenza di emergenza per gli operatori culturali

 

Per gli artisti indipendenti, la Confederazione ha inoltre approvato un fondo per l'aiuto d'emergenza e il risarcimento dei mancati guadagni. Ciò include l'assistenza d'emergenza non rimborsabile per coprire i costi diretti della vita, nella misura in cui questi non sono coperti da compensazioni nell'ambito del regime compensazione del reddito. Informazioni dettagliate sono disponibili sul sito web di Suisseculture Sociale.

 

Altre misure per garantire la vostra sussistenza economica

Richiesta di riduzione dell'affitto

 

Parlate con il vostro proprietario della possibilità di una riduzione dell'affitto. Spiegate la vostra situazione e cercate di trovare una soluzione amichevole. Dovrebbe essere anche nell'interesse del vostro proprietario evitare un cambio di locatario o una perdita di affitto a causa di un locale vacante. Se si raggiunge un accordo, è consigliabile documentarlo per iscritto.

 

 

Per il momento, evitate di far valere il vostro diritto ai sensi dell'art. 259a CO per causa di un impedimento all'utilizzo dell'oggetto in locazione, poiché la situazione giuridica non è chiara. L'Associazione svizzera degli inquilini ha chiesto alle autorità federali di occuparsi di questa questione.

 

 

Rimborso delle spese di abbonamento a corsi di danza

 

In linea di principio, nella situazione attuale, in qualità di organizzatore di corsi di danza siete obbligati a rimborsare le quote d'iscrizione già pagate su base proporzionale, a meno che il contratto o le condizioni generali di contratto non prevedano diversamente. Secondo la legge, questo diritto al rimborso non è modificabile, ad esempio sotto forma di un corso di recupero o di workshop digitali.

 

Per ragioni commerciali, raccomandiamo quindi ai nostri membri di cercare il dialogo con i loro clienti e di cercare una soluzione amichevole. Questo vale anche in questo contesto: se tutti portano il loro contributo, le conseguenze della crisi del coronavirus saranno molto meno drammatiche e l'offerta diversificata delle scuole di danza potrà continuare ad esistere. I dettagli della situazione giuridica si trovano alla pagina seguente:

 

 

Ci sforziamo di mantenere aggiornate e complete le informazioni presentate qui sopra.

 

Il vostro team TAS

 

 

Aggiornato il 25 marzo 2020