Aiuto finanziario COVID | 21 giugno 2021

Aiuti finanziari federali e cantonali da prorogare



Prolungamento del diritto all’indennità di perdita di guadagno

 

Indennizzo per perdita di guadagno


Il Consiglio federale ha prorogato dal 30 giugno al 31 dicembre 2021 la durata di validità delle disposizioni di ordinanza relative all’indennità di perdita di guadagno per il coronavirus. Inoltre, a partire dal 1° luglio 2021 le future indennità di perdita di guadagno per il coronavirus potranno essere calcolate sulla base del reddito indicato nella decisione di tassazione fiscale per il 2019, se ciò è più vantaggioso per l’assicurato.

Si prega di notare che il pagamento dell'indennità sostitutiva del reddito Corona deve essere registrato di volta in volta.

Ulteriori informazioni e risposte alle domande più frequenti sono disponibili sul sito dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali UFAS e presso l'ufficio informazioni AVS-IV.

 

Misure nel settore del lavoro ridotto


Si può ancora richiedere l'indennità per lavoro ridotto per i dipendenti della vostra scuola di danza: Il 20 gennaio 2021, il Consiglio federale ha attuato le modifiche della legge Covid 19 introdotte nel dicembre 2020 e ha esteso il catalogo di misure già esistenti nel settore del lavoro a orario ridotto. Il 19 marzo 2021, il Consiglio federale ha deciso di prorogare la procedura semplificata per l'indennità di lavoro ridotto (ILR) e l'abolizione del periodo di attesa fino al 30 giugno 2021.

Comunicato stampa del Consiglio federale del 19 marzo 2021: proroga delle misure in materia di lavoro ridotto


Schema di disagio per le aziende

Nella sua seduta del 31 marzo 2021, il Consiglio federale ha attuato le modifiche della legge Covid 19 apportate dal Parlamento durante la sessione primaverile. Le società costituite dopo il 1° marzo 2020 possono ora richiedere anche di un aiuto per i casi di rigore. Con la decisione del 18 giugno 2021, i contributi a fondo perso per le imprese con un calo del fatturato superiore al 70 per cento sono stati aumentati al 30 per cento (regola nella regola per i casi di rigore per le imprese con un fatturato annuo fino a 5 milioni).

Poiché gli aiuti di Stato devono attutire le perdite e non portare a profitti o sovra compensazioni dell'impresa, le imprese con un fatturato annuo di più di 5 milioni devono rimborsare allo Stato gli aiuti per i casi di rigore se il loro profitto nel 2021 supera l'importo degli aiuti ricevuti. 

La responsabilità di mettere in pratica i cambiamenti spetta alle autorità cantonali. Se avete domande, contattate direttamente i punti di contatto cantonali.

 

 

Quali condizioni devono essere soddisfatte perché io abbia diritto all'assistenza in caso di difficoltà?

 

La società deve essere stata costituita prima del 1° marzo 2020 e deve aver generato un fatturato annuo minimo di CHF 50'000.-. Inoltre, deve essere soddisfatta una delle seguenti condizioni:

 

- Un calo delle vendite di almeno il 40% nel 2020.

- Perdita di fatturato di almeno il 40% negli ultimi dodici mesi

- Ordine ufficiale di chiusura per almeno 40 giorni dal 1° novembre 2020

 

Informazioni dettagliate sui requisiti di idoneità si trovano nell'opuscolo sottostante: Grafico di adeguamento dell'ordinanza sui disagi

 

Dove posso presentare una richiesta di assistenza in caso di difficoltà?

 

I Cantoni sono responsabili della progettazione concreta dell'assistenza ai disagi. Essi esaminano anche le richieste nei singoli casi. Le domande relative all'evasione di una domanda devono essere rivolte al Cantone in cui la società era domiciliata il 1° ottobre 2020. Trovate i dati di contatto cantonali su:

covid19.easygov.swiss

 

Compensazione delle perdite per eventi culturali


Le imprese culturali, gli operatori culturali e le associazioni culturali che hanno subito danni economici a causa delle misure COVID-19 devono rivolgersi direttamente a Danse Suisse.

Ulteriori informazioni

Torna alla panoramica